STORIE DI CORSA - NAZARENO SALPISTIS

In questa pagina voglio riportare le storie raccontate dal grandissimo Ultratrail runner Nazareno Salpistis, da lui stesso pubblicatao su Runningforum.it. Leggendo tali imprese spero che chiunque possa appassionarsi alla corsa e alle profonde emozioni che essa può suscitarci.

 

Per conoscere chi sia Nazareno e come abbia sviluppato il suo amore per le lunghe distanze riporto quanto da lui stesso scritto su Runningforum il 15/07/2015:

 

"Inizio subito con una piccola introduzione autobiografica, tanto per capire (molte volte me lo chiedo prima di una gara lunga) le motivazioni e gli aneddoti che in un modo o nell'altro mi hanno portato a coprire distanze e dislivelli sempre più importanti e difficili...
Fin da piccolo ho nutrito un ardente bisogno di libertà...una delle cose che ho imparato presto è stato correre e proprio correndo provavo quelle sensazioni, che ancora oggi ricerco quando corro. Sensazioni come leggerezza, libertà, spensieratezza, interazione diretta con l'ambiente che ci circonda...
Si correre è sempre stato importante per me, quasi vitale.
Già a due anni (a detta di mia madre...) scappavo spesso e a fatica riuscivano a fermarmi e a volte anche a recuperarmi."

 

"La corsa è anche introspezione, da piccolo ero parecchio introverso e la corsa era affermazione dinamica dei miei pensieri.
Mamma italiana, padre greco, questa voglia di evadere era anche figlia di una spaccatura interiore difficile da comprendere...
Lo sport che per molto tempo mi ha regalato sogni, incertezze e voglia di rivalsa è stato il calcio, non ero male, ma non faceva per me... volevo essere libero e soprattutto fare uno sport più meritocratico, qualcosa che dipendesse solo dai miei sforzi e dalla mia voglia di migliorarmi.
Attraverso i giochi della gioventù capisco: voglio correre! Qui nasce la passione...
Pista, un po' di strada e poi le multidiscipline, arrivano i risultati e io mi appassiono sempre di più...
Solo dei gravi infortuni annebbiano i miei obbiettivi, li fanno sbiadire e li fanno diventare sogni da chiudere nel cassetto dei ricordi.
5-6 anni senza agonismo, senza traguardi, tanta palestra e poco altro. Arrivo a un bivio, riprovo a tornare a correre o no?! Questa domanda me la faccio quando peso oltre 80 kg e sono un inutile ammasso ipertrofico di muscoli...divento vegetariano, cambio registro, basta palestra, si torna a correre!!!
Due anni per ritrovare entusiasmo, forma fisica e peso corretto per correre decentemente...a maggio mi tessero e faccio la prima gara del ritorno, una mezza.
Ma un giorno i miei occhi, mentre leggo un numero di Correre, vengono catturati da una pubblicità di una gara: "Magraid 100 km a tappe" raccogli la sfida...Paolo Massarenti vincitore delle ultime tre edizioni...
Beh chi l'avrebbe detto che qualche tempo dopo, sarei diventato suo amico, ci avrei corso assieme e avrei preso quella "strana" mania per le Ultra..."

VUOI SEGUIRE NAZARENO? CLICCA SULLE IMMAGINI SEGUENTI:

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now